ALESSANDRO RAPISARDA : LA MIA CUCINA IN EQUILIBRIO

 

La mia idea di cucina ha delle basi ben solide e definite nel concetto dell’equilibrio,legato al pensiero di cucina tradizionale marinara in evoluzione.

La fortuna più grande è quella di poter lavorare nel cuore di una regione piena di materie prime uniche, come le Marche.
Dai Moscioli selvatici di Portonovo, al Carciofo di Montelupone, dagli Spaccasassi del Conero passando per i legumi più antichi, la Roveja, e la Cicerchia di Serra de conti;
La carne di razza marchigiana, i pecorini e i salumi ed infine i vini, chiudono il cerchio di un territorio fra i più ricchi e pieni di storia in Italia.
A Casa Rapisarda è il Conero che contamina la mente per la realizzazione dei nostri piatti, con la sua pietra bianca, il profumo dello iodio, le molteplici varietà di pescato e la parte verde che lo circonda.
Lavorare a 50 metri dal mare permette il contatto diretto con il pescatore e ci dà la possibilità di scelta del miglior prodotto quotidianamente.

Alessandro Rapisarda Casa Rapisarda Numana (An)
Alessandro Rapisarda Casa Rapisarda Numana (An)
Equilibrio non è la posizione di un uomo seduto pacatamente su una poltrona. Il vero equilibrio è quello del cavaliere sul suo cavallo, mentre realizza con la massima intensità tutte le sue potenzialità.
(Plinio Corrêa de Oliveira)
Alessandro Rapisarda Casa Rapisarda Numana (An)
Alessandro Rapisarda Casa Rapisarda Numana (An)
Risotto alla marinana menu Alessandro Rapisarda
ALESSANDRO RAPISARDA nasce ad Ancona nel 1987.

Frequenta gli studi all’Istituto alberghiero di Loreto.

Il primo stage in cucina viene svolto da Roberto Fiorinicheg al Saraghino di Numana. Dopo aver conseguito il diploma entra all’ Hotel La Cantina di Palazzo Bello di Recanati dove,grazie alle indicazioni dello chef,riesce a partecipare al suo primo importante stage in un ristorante di due Stelle Michelin:Le Moulin de Mougins nella cucina di Roger Verge. Qui impara a muoversi in una grande brigata e a maneggiare ingredienti nobili.

Tornato in Italia viene incuriosito dalla cucina di Mauro Uliassi. Gli consegna il curriculum ed inizia uno stage di 6 mesi nel suo ristorante 2 stelle Michelin di Senigallia. Qui rimarrà in tutto 3 anni. Durante la sua permanenza da Uliassi frequenta uno stage nel ristorante 3 stelle Michelin di Marten Berasategui in Spagna a San Sebastian.

Inizia poi la sua prima esperienza da chef all’Hotel Gallery di Recanati, dove comincia ad esprimere la propria cucina mettendo a frutto gli insegnamenti ricevuti.

Nel 2012, si propone allo chef Piergiorgio Parini del ristorante Il Povero diavolo a Torriana, qui si ferma più di un anno come chef di partita ai primi piatti.

Ritorna nelle Marche nel 2014 allo Chalet Galileo di Civitanova Marche, dove per 12 mesi lavora una grandissima materia prima in arrivo tutti i giorni dall’asta del pesce.

Si trasferisce poi in Piemonte, ad Alba, per un tirocinio di 6 mesi al ristorante Piazza Duomo di Enrico Crippa, 3 Stelle Michelin. Qui approfondisce i segreti del vegetale seguendo lo chef nel proprio orto.

Nel 2016,tornato nelle Marche,vince il San Pellegrino Young Chef per l’Italia e, successivamente,il premio Acqua Panna Contemporary&Tradition Award nella finale mondiale,per la migliore reintepretazione di un piatto della tradizione, il “risotto alla marinara”.

Nel 2017 partecipa vincendo al Contest di LSDM sul tema “il pomodoro nell’alta ristorazione”, e si ricandida per la finale italiana al San Pellegrino young chef 2018 sfiorando bis.

Poco dopo seguono altre esperienze in giro per il mondo (Giappone, New York e Washington)ma decide che è arrivato il momento di mettersi in proprio e di aprire un ristorante tutto suo:“Casa Rapisarda” a Numana (An).